Tremo.
È la vita che risale, dal cuore agli occhi. Fino alla mente.
Ricordo il fresco calore di una lacrima. Mi accarezzo, mi perdono. Mi permetto di vivere, e di morire. Mi lascio spegnere dal dolore, gli permetto di decidere. Lascio a lui il compito di farmi vivere. In un brivido, in un battito che dal cuore arriva ai polmoni.

Aspetto di rinascere. Aspetto di conoscere la nuova madre che mi sta partorendo, aspetto la sua carezza. Il fremito prima del nuovo respiro, come un battito d’ali mi porta lontano. In alto. E il cielo stavolta è dalla mia parte.

Foto: Montecarlo di Toscana (copyright Anna Giuffrida)

2 pensieri su “Brividi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...